Accessibility icon
01.02.2020

Grande successo della Notte dei musei

Oltre 500 visitatori hanno preso parte al ricco programma di mostre,  presentazioni e conferenze gratuite che si sono tenute in sei diverse location della città.

La manifestazione è stata inaugurata nella vecchia sala consiliare, mentre il vicesindaco Marino Budicin ha tenuto una conferenza sulla storia dell’Arco dei Balbi, dopodiché Ivan Jergić dell’Istituto croato di ristrutturazione ha fatto luce sugli interventi di conservazione e ristrutturazione operati sul monumento.

Nel Museo della Città è stata inaugurata la mostra “Il melograno è la nostra identità”. Questo simbolo, raffigurato 46 anni fa per il Museo da Egidio Budicin, è stato presentato al pubblico da  Argeo Curto e Anselmo Tumpić, che sta preparando un nuovo design.

Durante l’apertura della mostra è stata annunciata anche la realizzazione della monografia „Egidio Budicin“. Si tratta di un progetto pluriennale, attualmente in fase iniziale.

I visitatori hanno potuto visitare così anche la mostra „Impressioni impresse“, mentre i bambini hanno assistito allo spettacolo „Pale sam na svijetu“ del Teatro Naranča, eseguita da Teodor Tiani. Inoltre, un pubblico numeroso ha assistito anche alle conferenze dell’Istituto croato per il restauro.

Petar Puhmajer, con la conferenza intitolata „La vita segreta di palazzo Califfi“, ha presentato i risultati delle ricerche, mentre Josip Višnjić ha trattato i resti di Monte della Torre.

I cittadini e i loro ospiti, durante la sera, hanno potuto osservare anche la collezione dell’Unità dei Vigili del fuoco di Rovigno, guidati da Nikola Medelin. In quest’occasione è stata annunciata la preparazione del progetto  „Custodi del (dis)ordine“, nell’ambito del quale si presenterebbero tutti i servizi pubblici. Inoltre, è stata annunciata ancora una monoghrafia, quella sui Vigili del fuoco che dovrebbe terminare entro il 2022.

Inoltre, nel Centro multimediale, i visitatori hanno potuto osservare la mostra „inBETWEEN“ del collettivo koFAKTOR, formato dagli architetti Silvija e Dujam Ivanišević.

Per la prima volta, alla Notte dei musei, ha preso parte anche il Centro di ricerche storiche, mentre l’Ecomuseo “Casa della batana” ha sorpreso i visitatori con un giro gratuito in batana.

In serata, al Museo si sono esibiti i  THELINK20.