Accessibility icon
05.03.2021

Valentina Orbanić è la nuova presidentessa del Consiglio dei giovani, Matteo Sošić è il vicepresidente

Nell’odierna seduta costitutiva del Consiglio dei giovani della Città di Rovinj-Rovigno che si è tenuta nella sala grande della Casa della cultura, Valentina Orbanić è stata eletta presidentessa della nuova convocazione del Consiglio, e Matteo Sošić è stato eletto vicepresidente.

In tale occasione, la neoeletta presidentessa ha ringraziato la precedente direzione per gli eccezionali sforzi e l’impegno dimostrati durante il suo mandato, considerando che sei anni prima il Consiglio dei giovani non esisteva neppure, quindi hanno dovuto gettare le nuove basi. La presidentessa ha inoltre ringraziato il sindaco della Città di Rovinj-Rovigno, Marko Paliaga, che, secondo Orbanić, nel suo mandato finora ha dimostrato di saper ascoltare i giovani, e spera in una collaborazione altrettanto proficua con la nuova convocazione.

«Noi giovani possiamo e dobbiamo fare molto. In questi tempi difficili, dobbiamo essere i motori della società. Ci è stata data l’opportunità di rappresentare i giovani della nostra città, quindi useremo questa opportunità nel miglior modo possibile, presentando le nostre proposte e idee e realizzandole con l’obiettivo di creare una Città di Rovigno che sia su misura per noi giovani», ha concluso la nuova presidentessa del Consiglio dei giovani di Rovigno.

Anche il vicepresidente, Matteo Sošić, ha ringraziato i presenti, affermando che faranno del loro meglio per contribuire il più possibile alla loro città.

«Mi congratulo con voi per la vostra determinazione e volontà di partecipare attivamente alla vita pubblica della nostra città. Per una lunga serie di mandati la vita pubblica e politica di questo governo cittadino è stata caratterizzata da moderazione, lavoro di squadra, pianificazione dello sviluppo della città e protezione del patrimonio storico-culturale e naturale, nonché da numerosi premi nazionali e stranieri. Sottolineo anche che una lunga serie di mandati di questo governo cittadino è stata caratterizzata dall’unità e dalla tolleranza di due componenti etniche e storicamente inseparabili: la componente italiana e croata. Sono certo che la vostra voce, come voce della ragione e della tolleranza, sosterrà anche l’unità e il rispetto per la diversità, sia essa nazionale, religiosa o politica. Sono certo che la vostra partecipazione attiva alla vita sociale implicherà responsabilità: legali, morali e politiche. Ciò è in linea con il significato di democrazia e di cultura democratica, di cui siamo orgogliosi qui, a Rovigno e in Istria», ha affermato il presidente del Consiglio municipale Valerio Drandić rivolgendosi ai membri del Consiglio dei giovani.

Alla seduta hanno partecipato dieci dei quattordici membri, inoltre vi hanno presenziato il sindaco Marko Paliaga, il vicesindaco Marino Budicin, la caposettore Maria Črnac Rocco e il consigliere municipale David Modrušan. La presidentessa uscente del Consiglio dei giovani, Maura Čabran, si è congratulata con la nuova direzione appena eletta.