Accessibility icon
15.10.2021

Prossimamente a Rovigno il laboratorio nell’ambito del progetto “Oblikovanje mora/Progettare il mare”

Dal 19 al 21 ottobre si terrà a Rovigno il laboratorio ‘Inventario partecipativo del patrimonio culturale immateriale’ nell’ambito del progetto “Crafting the sea-Oblikovanje mora-Progettare il mare”, realizzato dall’Associazione “Kuća o batani – Casa della batana” in collaborazione con il Centro per la ricerca marina-Istituto “Ruđer Bošković” sotto il patrocinio dell’Ufficio regionale dell’UNESCO per la scienza e la cultura in Europa.

Questo progetto esplora la conoscenza tradizionale e storica del mare con l’obiettivo di sviluppare i metodi partecipativi per monitorare i cambiamenti climatici, identificare la biodiversità, mitigare i rischi e promuovere un rapporto più equilibrato tra uomo e natura.

Il laboratorio sarà condotto dalla Dott.ssa Valentina Lapiccirella Zingari, antropologa e formatrice UNESCO per l’implementazione della Convenzione per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale.

Il laboratorio sarà preceduto da una conferenza intitolata “Il mare che vive ed è preservato dai suoi ‘artigiani’: patrimonio vivente”. La conferenza, che inizia alle 18 negli ambienti dell’Università popolare aperta della Città di Rovinj-Rovigno, presenterà il progetto dedicato alla conoscenza locale del mare sul territorio di Rovigno e introdurrà la Convenzione UNESCO per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale.

Il giorno successivo, presso la Comunità degli italiani “Pino Budicin”, si terrà la prima parte del laboratorio intitolato “Che cos’è l’inventario del patrimonio culturale immateriale? Come favorire le dinamiche di raccolta/documentazione della conoscenza tra i partecipanti locali e i professionisti?”. Il laboratorio spiegherà le definizioni, i concetti di base, le sfide e le potenzialità degli inventari partecipativi e i partecipanti impareranno come organizzare il processo di inventariazione, come coinvolgere i partecipanti locali e come istituire i gruppi di lavoro. L’inizio del laboratorio è previsto per le 17:00.

Il 21 ottobre alle 17, sempre presso la Comunità degli italiani proseguirà il laboratorio, questa volta intitolato “Ricerca, stesura di documenti, descrizione del patrimonio immateriale e creazione di inventari: metodologie innovative e risultati della ricerca”. La seconda parte del laboratorio si baserà sulla presentazione del processo di inventario dall’identificazione e organizzazione delle fonti alla raccolta dei dati e alla condivisione dei risultati. Il laboratorio include anche la dimostrazione di un’intervista con un esperto locale e la presentazione del mr.sc. Luca Privileggio in merito alla ricerca condotta presso il Centro per la ricerca marina-Istituto “Ruđer Bošković” nell’ambito del progetto.

Il progetto è finanziato con i mezzi dell’Ufficio regionale dell’UNESCO per la scienza e la cultura in Europa.

Foto