Accessibility icon
25.02.2021

“Depurazione acque” Rovinj-Rovigno: approvati altri 35 milioni di kune per il progetto di agglomerazione

All’inizio di febbraio il Ministero dell’economia e dello sviluppo sostenibile, le Acque croate e la Depurazione acque Rovinj-Rovigno hanno sottoscritto il 1° annesso al contratto di cofinanziamento per l’attuazione del progetto “Progetto di raccolta, drenaggio e depurazione delle acque reflue sul territorio dell’agglomerato di Rovigno” che fornisce alla Depurazione acque Rovinj-Rovigno altri 35 milioni di kune per la realizzazione del progetto.

Con i mezzi aggiuntivi, il valore complessivo del progetto supera i 258 milioni di kune IVA esclusa, di cui 180 milioni di kune sono cofinanziati dall’Unione Europea con i mezzi del Programma operativo Competitività e Coesione 2014-2020. I restanti 78 milioni di kune sono stati stanziati in proporzioni uguali dal Ministero dell’economia e dello sviluppo sostenibile, dalle Acque croate e dalla Depurazione acque Rovinj-Rovigno.

L’ottenimento dei mezzi aggiuntivi, ovvero l’aumento dei costi ammissibili, è dovuto all’aumento significativo dei prezzi di mercato nell’ambito della realizzazione dei lavori negli ultimi anni, che ha determinato un aumento dei prezzi delle offerte ricevute nella procedura di appalto pubblico per la costruzione di impianti di depurazione delle acque reflue e di impianti di essicazione solare dei fanghi, rispetto al valore stimato. Per ottenere lo stanziamento di mezzi aggiuntivi, è stato necessario apportare una modifica allo “Studio di fattibilità”, ovvero l’analisi delle spese e dei benefici al fine di determinare il nuovo valore del progetto e all’ “Analisi e la stima del nuovo valore del contratto per la costruzione di un impianto di depurazione delle acque reflue e dell’impianto di essiccazione solare dei fanghi dell’agglomerato di Rovigno” in base ai quali è stato ottenuto il benestare sulla futura assicurazione dei mezzi.

L’ottenimento del benestare sul futuro stanziamento dei mezzi ha consentito l’emanazione della delibera sulla scelta per la costruzione dell’impianto di depurazione delle acque reflue nell’agglomerato di Rovigno, che alla fine ha portato alla sottoscrizione dell’Accordo sulla costruzione di un impianto di depurazione delle acque reflue nell’agglomerato di Rovigno per un valore di 134.232.573,00 kune.

Inoltre, i mezzi aggiuntivi stanziati consentono di appaltare la costruzione di un impianto per l’essiccazione solare dei fanghi nell’agglomerato di Rovigno, la cui procedura di appalto pubblico è in fase di completamento.

Finora sono stati utilizzati più di 88 milioni di kune del valore complessivo del progetto, vale a dire ad oggi è stata completata la costruzione di una nuova rete della canalizzazione nell’abitato di Villa di Rovigno, Gripole, Borik e dell’abitato dell’Ospedale, è stata effettuata la bonifica del collettore costiero e terrestre preesistente e la ricostruzione della SP Cinema e SP Squero. Inoltre, sempre nell’ambito del progetto, sono stati acquistati veicoli speciali per il sistema di drenaggio e telecamere a circuito chiuso con il veicolo, il che ha migliorato in modo significativo il servizio di drenaggio pubblico sul territorio della Città di Rovinj-Rovigno.

Oltre ai segmenti di progetto già realizzati, è attualmente in fase di progettazione l’impianto di depurazione delle acque reflue dell’agglomerato di Rovigno. Nel 2020, dopo il completamento della costruzione della nuova rete della canalizzazione, il livello di copertura del sistema di drenaggio pubblico ha raggiunto il 100% e il nuovo impianto di depurazione delle acque reflue garantirà in modo permanente una protezione ambientale più efficiente e migliorerà il tenore di vita della popolazione di Rovigno.

La realizzazione totale del progetto è prevista entro la fine del 2023.