Accessibility icon
09.06.2021

Gli orti civici arricchiti di nuovi proprietari

Dato il grande interesse dei nostri cittadini nell’ambito del progetto «Orti civici», è stata attuata e completata un’altra procedura di invito pubblico in cui tutti gli interessati hanno potuto presentare la loro richiesta. Sono state allocate altre 25 particelle d’orto nella zona di Gripole, le quali sono andate ad aggiungersi agli orti preesistenti. Tutti i beneficiari sono entrati in possesso delle loro particelle.

Anche quest’anno numerosi imprenditori e artigiani rovignesi hanno aderito al progetto e hanno dato il loro contributo con un gran numero di mezzi e servizi.

La preparazione del terreno per la semina e la semina sono state eseguite come lavoro di volontariato dai membri dell’Associazione Agrorovinj e dalla ditta Eico s.r.l. la quale, come già l’anno scorso, ha donato tutto il materiale necessario per l’irrigazione come pure gli attrezzi per la coltivazione. Anche quest’anno lo scavo e l’installazione dell’irrigazione che permette ad ogni orto di avere accesso all’acqua, sono stati eseguiti dal personale del Vivaio “Darko”, il quale ha anche donato i pioli geodetici con i quali sono stati determinati i confini delle particelle d’orto.

La ditta Gratis s.r.l. ha contribuito nuovamente, donando vari strumenti necessari per l’elaborazione del terreno poiché il numero di utenti è aumentato. Quest’anno inoltre alla donazione si è aggiunta la società Sin agro s.r.l. di Kaštelir, che ha anche donato vari strumenti e attrezzature per la semina.

Durante il picchettamento e la marcatura delle nuove particelle d’orto, abbiamo visitato gli orti assegnati in precedenza. Un gran numero di utenti lavorano alacremente e, come si suol dire, combinano l’utile con il dilettevole socializzando e scambiandosi consigli sulla semina e la cura delle piante.

Il progetto ha preso vita con successo: gli orti sono pieni di bellissime verdure, bacche, piante aromatiche e fiori. Negli orti crescono ortaggi coltivati ​​biologicamente, mettendo a disposizione dei cittadini cibi sani. Facendo così non solo si sgrava sul budget familiare, ma si sviluppa anche la consapevolezza ecologica dei cittadini. Grazie a quest’iniziativa gli utenti connettono se stessi e i loro figli con la natura e quindi usano il loro tempo libero in modo “salutare” e promuovendo uno stile di vita sano.