Accessibility icon
14.04.2021

Il sindaco Paliaga ha visitato gli imprenditori che investono nella zona Gripole-Spine’

Il sindaco Marko Paliaga ha visitato gli imprenditori che si sono già trasferiti nelle strutture realizzate nella zona imprenditoriale Gripole-Spine’. All’incontro hanno partecipato anche le capisettore del Settore amministrativo per l’economia, gli appalti pubblici e i fondi europei e del Settore amministrativo per gli affari comunali e per l’edilizia Martina Čekić Hek e Tanja Mišeta.

Insieme, hanno visitato l’atrio delle imprese “Lera”, “Wats”, “Zaštita Inženjering konsalting”, “Miramare” e “Adistra” e hanno discusso con gli investitori in merito all’andamento degli investimenti e delle future esigenze nella zona. Gli imprenditori hanno espresso soddisfazione per la possibilità di investimento nella zona in cui realizzeranno un ulteriore sviluppo lavorativo dato che è stato fornito lo spazio necessario per un’attività più efficiente. Inoltre hanno espresso interesse per la continuazione della costruzione dell’infrastruttura stradale attorno alle loro strutture, la quale dovrebbe essere completata nei prossimi due anni, dopo che i restanti investitori si saranno trasferiti nella zona.

Vi ricordiamo che la zona imprenditoriale delle Gripole-Spine’ ha preso vita con la costruzione di nuovi capannoni e strutture, dopo che la Città di Rovinj-Rovigno ha pubblicato un Concorso pubblico per la costituzione del diritto di costruzione e la concessione in affitto degli immobili di proprietà della Città presenti su quel territorio. Ai sensi della Delibera sull’incentivazione degli investimenti nelle zone imprenditoriali, gli imprenditori hanno utilizzato una misura di incentivo – cofinanziamento del contributo comunale ovvero riduzione del contributo comunale per un importo del 40%-70% a seconda del valore dell’investimento.

Oltre ai progressi nella costruzione di nuovi capannoni e strutture nella zona imprenditoriale di Rovigno, vengono gettate le basi per la creazione di nuovi posti di lavoro. Ovvero ogni impresa che ha firmato un contratto per il diritto di costruzione nella suddetta zona, si è impegnata a garantire l’assunzione di un determinato numero di dipendenti.

La Città di Rovinj-Rovigno assicura un incentivo ai nuovi rami dell’imprenditorialità al fine di attrarre nuovi investitori e creare così le condizioni per la creazione di nuovi posti di lavoro in altri settori che non sono legati al turismo. La Città di Rovinj-Rovigno, in collaborazione con la Banca di credito Istriana (IKB) Umago s.p.a. e la Privredna banka s.p.a. di Zagabria, sovvenziona un tasso di interesse di 2 punti percentuali per l’investimento nella zona imprenditoriale.

È proprio per questo motivo che, oltre ad esser stata nominata nel 2020 la miglior città croata in termini di qualità della vita, Rovinj-Rovigno è stata anche tra le finaliste nella selezione delle migliori città croate nella categoria dello sviluppo economico.

“Nonostante i numerosi e importanti successi nel settore turistico, il turismo non deve rappresentare l’unico pilastro della nostra economia, bensì un mercato che ci permette di commercializzare i prodotti. Ecco perché vogliamo incoraggiare gli imprenditori a concentrare le loro forze sull’avvio della produzione locale e su una gamma di servizi che consentirebbero la creazione di nuovi posti di lavoro in varie professioni”, ha affermato il sindaco Marko Paliaga.

Negli ultimi quattro anni, più di 1.660.000 kune sono state stanziate per il sostegno e lo sviluppo dell’imprenditorialità con l’obiettivo di rafforzare le piccole e medie imprese, mantenere e creare nuovi posti di lavoro e migliorare il clima lavorativo e di investimento.

Inoltre, la Città di Rovinj-Rovigno annualmente finanzia con 60.000 kune i programmi di agricoltura e pesca GAL Istria meridionale e GALP Regione Istriana, mentre ogni anno vengono stanziate 500.000 kune per incentivare lo sviluppo dell’agricoltura.