Accessibility icon
05.01.2021

I cittadini di Rovinj-Rovigno uniti nei soccorsi ai terremotati

Che i cittadini di Rovinj-Rovigno e dell’Istria si distinguono per il gran senso di solidarietà e altruismo è stato ancora una volta confermato anche dopo il terremoto che a fine anno ha colpito la Regione di Sisak e della Moslavina.

Dall’Istria sono subito partiti i soccorsi con le casette mobili destinate ai cittadini che hanno perso le proprie case. Inoltre, la Regione, assieme a tutte le Città e i Comuni, ha subito inviato gli aiuti finanziari.

A dare il proprio supporto sono stati anche numerosi rovignesi e le ditte e società private locali. Dalla «Maistra» sono partite 16 case mobili, mentre la società assicurativa «Croatia osiguranje», parte del Gruppo Adris, ha messo a disposizione un milione di kune. Dalla «Cromaris» sono state inviate anche 10 tonnellate di prodotti di pesce.

«Valalta» ha fatto pervenire nella Regione di Sisak e della Moslavina 4 case mobili, mentre altre due dovrebbero essere presto inviate,  alle quali ha aggiunto anche mezzo milione di aiuti finanziari, mentre attraverso il sistema della Protezione civile hanno messo a disposizione 90 materassi, coperte e altri articoli utili.

Su invito della Protezione civile cittadina sono state donate altre 26 case mobili delle quali le famiglie Jokić, Pajković e Brunetti ne hanno messo a disposizione ben 11, mentre diversi cittadini hanno raccolto oltre 10 tonnellate di articoli di alimentari e d’igiene.

Tutte le case mobili sono state destinate alle famiglie che ne avevano maggior bisogno.

Ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno contribuito agli aiuti e cogliamo l’occasione per ricordare ai cittadini che ci sarà bisogno dei loro contributi anche nei giorni prossimi, per cui invitiamo tutti coloro che desiderano offrire il proprio aiuto a rivolgersi esclusivamente alla società cittadina della Croce rossa.