Accessibility icon
18.10.2021

La Città di Rovinj-Rovigno ha partecipato alla Festa del gemellaggio ad Adria

La delegazione della Città di Rovinj-Rovigno, composta dal vicesindaco David Modrušan e dal capo dell’Ufficio del sindaco e del Consiglio municipale Maria Črnac Rocco, ha partecipato alla Festa del gemellaggio ad Adria.

Il focus del programma di quest’anno è stato lo scambio di esperienze delle città europee nella lotta contro la pandemia globale di coronavirus. Nel corso della Conferenza, il vicesindaco David Modrušan ha spiegato come la città di Rovinj-Rovigno abbia affrontato la crisi e con quali misure abbia resistito alla diffusione del virus e assicurato la tutela della salute dei suoi cittadini.

La nostra Città si è distinta per la pronta reazione, le misure efficaci ma razionali, le misure di austerità e di aiuto all’economia, che hanno evitato le maggiori conseguenze della crisi economica.

La delegazione rovignese ha partecipato alla Santa Messa durante la quale tutte le città gemellate hanno offerto una preghiera.

Adria è una città italiana fondata dagli Etruschi e da cui il nostro mare ha preso il nome. È stata la sede delle principali strade romane, sede vescovile nonché un importante centro agricolo e commerciale. La Carta del gemellaggio è stata firmata il 17 aprile 1982. Durante l’aggressione bellica serba contro la Croazia, la città di Adria ha fornito aiuti umanitari agli sfollati e ai rifugiati che si trovano a Rovigno.

 

Foto