Accessibility icon
23.02.2021

L’Associazione delle guide turistiche di Rovigno ha organizzato una visita gratuita della città per gli alunni delle scuole elementari di Rovigno

In occasione della Giornata internazionale delle guide turistiche di quest’anno, l’Associazione delle guide turistiche di Rovigno ha avviato per la prima volta un’iniziativa di visita gratuita della città per i bambini delle seconde classi delle scuole elementari di Rovigno.

L’idea, spiega il presidente dell’Associazione delle guide turistiche di Rovigno, Alberto Košara, è nata sul modello dei colleghi di Spalato che alcuni anni fa hanno avviato il progetto intitolato “Lo scrigno di Diocleziano”. Inoltre, è previsto che il progetto si espanda a livello nazionale con il motto “Bambini, custodi del patrimonio”.

Data l’attuale situazione con la pandemia e per non assembrare un gran numero di alunni, quest’anno si sono concentrati solo sulle seconde classi delle scuole elementari. Al mattino, accompagnati dalle guide ufficiali, gli alunni della scuola elementare “Vladimir Nazor” e della scuola elementare italiana “Bernardo Benussi” hanno visitato la città, mentre nel pomeriggio i bambini della scuola elementare “Juraj Dobrila” hanno fatto lo stesso.

Durante la loro insolita lezione sul campo, i bambini hanno visitato la piazza del Ponte, hanno attraversato la piazza principale, le porte della città vecchia e sono arrivati in cima fino alla chiesa di S. Eufemia che, in collaborazione con l’Ufficio parrocchiale, ha aperto le sue porte alla scolaresca. Inoltre, per l’occasione è stato aperto anche sarcofago della santa patrona di Rovigno. Le guide di Rovigno hanno adattato la solita visita turistica per i loro giovani concittadini, pertanto sono state messe in primo piano le leggende su Rovigno.

In futuro, dice Košara, il progetto si espanderà e si concentrerà sulle terze e quarte classi elementari dato il materiale del loro curriculum, che verrà completato con questo tipo di visite guidate.