Accessibility icon
30.03.2021

Il muretto che era stato abbattuto abusivamente è tornato allo stato originario

Il servizio di guardia comunale ha condotto con successo un procedimento amministrativo contro l’investitore che ha abusivamente aperto un accesso pedonale all’immobile situato all’interno dell’unità storico-culturale della Città di Rovinj-Rovigno, e per il quale non ha ottenuto la previa approvazione della Sovrintendenza alle antichità di Pola e il permesso dell’organismo competente dell’amministrazione cittadina.

In seguito al procedimento amministrativo svolto dalla guardia comunale della Città di Rovinj-Rovigno, è stato effettuato il ripristino del muro di recinzione dell’immobile in Riva Vladimir Nazor 3, il quale è stato riportato alle sue condizioni originali.

Questo è un esempio di efficienza nella risoluzione dei casi che sono sotto la giurisdizione delle unità di autogoverno locale, il che dimostra come il problema della costruzione abusiva potrebbe essere risolto allo stesso modo se lo Stato trasferisse la giurisdizione ai comuni e alle città.