Accessibility icon
15.09.2021

A Rovigno si tiene il 63° raduno della «Famìa Ruvignisa»

L’Associazione degli esuli rovignesi, delle loro famiglie e simpatizzanti “Famìa Ruvignisa” anche quest’anno ha visitato la sua città natale nell’ambito della celebrazione della festa della patrona di Rovigno, Sant’Eufemia.

Il tradizionale incontro è stato organizzato in collaborazione con la Comunità degli italiani “Pino Budicin”, e l’Associazione è la prima nel suo genere ad avviare eventi e visite nella propria città natale, coltivando rapporti con la popolazione locale sin dagli anni novanta.

Il raduno di quest’anno prevede un programma ricco e variegato nell’ambito del quale si terrà un’interessante conferenza del prof. Marino Baldini intitolata “Lo sguardo del Mantegna” (“Mantegnin pogled”) che si terrà il 17 settembre nella Chiesa di Sant’Eufemia, a partire dalle ore 11:00.

In tale occasione, il prof. Baldini presenterà le recenti scoperte sull’autore della statua di Sant’Eufemia che adorna l’altare della navata destra della chiesa. A seguito di una ricerca comparativa molto dettagliata, il prof. Baldini ritiene che la statua sia opera di un giovanissimo Andrea Mantegna.

Seguirà alle ore 17:00, presso la Comunità degli italiani la presentazione del “Gli occhi di Lavinia”, dell’esule rovignese con indirizzo romano Gianclaudio de Angelini con la partecipazione del prof. Libero Benussi.