Accessibility icon
14.01.2021

I lavori della seconda fase di riassetto del lastricato di Sant’Eufemia stanno giungendo al termine

A seguito della preziosa scoperta delle antiche tombe e della chiesetta sotterrata di San Michele Arcangelo, venuta alla luce del giorno durante i lavori di riassetto del lastricato di Sant’Eufemia, il termine dell’intervento è stato spostato di modo da favorire le ricerche archeologiche.

Con l’obiettivo di conservazione e valorizzazione di quest’inestimabile scoperta archeologica e storica, però, il progetto principale è stato modificato perché quanto venuto alla luce non venga nuovamente coperto dalla pavimentazione. Verrà così risanato il muro portante della chiesetta interrata la quale riceverà così un’entrata che ne permetterà l’accesso per i visitatori. La nuova soluzione progettuale presenterà le tombe della parte occidentale del lastricato come anche la tomba di Giovanni Battista Basilisco che verrà restaurata.

Finora è stata completata la prima fase dei lavori, con la quale è stata rinnovata la parte occidentale del piazzale della superficie di cca 1000 m2, mentre in questa fase erano previsti i lavori nella parte meridionale del lastricato della superficie di 550m2.

I lavori dovrebbero terminare entro la fine di febbraio.