COVID-19 (Coronavirus: stanje i obavijesti) →
19.05.2020

Si è tenuta la seduta del Comando della protezione civile di Rovigno

Ieri, presso la Sala riunioni dell’Amministrazione cittadina si è tenuta la seduta del Comando della protezione civile della città di Rovinj-Rovigno e dei Comuni di Bale-Valle, Canfanaro e Gimino.

Oltre alla situazione attuale, alla seduta è stato presentato un sunto delle attività intraprese dall’apparizione del primo focolaio di coronavirus in Istria fino ad oggi.

Secondo quanto riferito dal comandante del Comando Evilijano Gašpić, dal 20 marzo sono stati condotti sopralluoghi al fine di prevenire assembramenti e contatti sociali tra i cittadini, quindi nel controllo delle aree popolate e dei sobborghi le guardie comunali hanno lavorato per un totale di 1468 ore, mentre i vigili del fuoco e i volontari dell’UPVF Rovinj-Rovigno hanno impiegato 708 ore nel controllo delle aree abitate della città e dei comuni del territorio di Rovigno.

L’Amministrazione Portuale, che ha impiegato 64 ore di lavoro sul campo, era responsabile del controllo dell’attuazione delle misure in mare, mentre i dipendenti della Forestale Rovinj-Rovigno hanno trascorso 106 ore nel controllo del territorio forestale e del parco forestale.

Dal 27 marzo al 19 aprile, i membri della SVFV di Villa di Rovigno, Bale-Valle, Canfanaro e Gimino hanno collaborato con la polizia al fine di controllare i lasciapassare, lavorando per un totale di 612 ore.

Per le esigenze di disinfezione, è stata costituita una stazione di disinfezione per il territorio della Città di Rovigno, per un valore di 394.000 kune. Inoltre, la Città di Rovinj-Rovigno ha organizzato, per mezzo delle proprie guardie comunali, la sicurezza della Casa per anziani “Domenico Pergolis” e del Parco forestale Zlatni rt – Punta Corrente.

Durante la seduta è stato inoltre sottolineato che nel periodo dall’inizio del rilascio dei lasciapassare elettronici (e-propusnice), il Comando della PC della Città di Rovinj-Rovigno ha rilasciato un totale di oltre 3700 lasciapassare, mentre poco più di 1000 richieste sono state respinte.

Gašpić ha approfittato dell’occasione per lodare tutti i servizi che sono stati coinvolti nell’attuazione delle attività per combattere l’epidemia di coronavirus; anche il sindaco Marko Paliaga e i sindaci di Bale-Valle, Canfanaro e Gimino, Edi Pastrovicchio, Sandro Jurman e Željko Plavčić hanno rivolto parole di gratitudine ai servizi di emergenza, alle guardie comunali e ai volontari.

Foto