Accessibility icon
10.03.2020

Si è tenuta la prima seduta del Consiglio municipale di quest’anno

Con un totale di 33 punti all’ordine del giorno, oggi presso la Casa della cultura si è tenuta la prima seduta del Consiglio municipale di quest’anno.

 

I consiglieri si sono confrontati principalmente in merito alle relazioni sulle attività degli anni precedenti nonché i piani e programmi di lavoro per il 2020.

 

Il sindaco Marko Paliaga ha quindi presentato la relazione sul lavoro svolto dal Sindaco e dall’amministrazione municipale della Città di Rovinj-Rovigno per la seconda metà del 2019, il quale è stato particolarmente dinamico e dovuto alla stagione turistica eccezionalmente produttiva durante la quale Rovigno ha nuovamente superato i 4 milioni di pernottamenti, e in occasione dei Giorni del turismo croato ci è stato assegnato il Riconoscimento per la destinazione di maggior successo del turismo vacanziero, ovvero il titolo di Campione del turismo per il 2019.

 

«Al termine della stagione turistica – ha ricordato Paliaga – e in conformità con il programma di lavoro, si è proseguito con gli investimenti infrastrutturali della città ma anche con quelli strategici, come il proseguimento della costruzione della rete fognaria e dell’impianto di depurazione delle acque gestito dalla società cittadina Depurazione acque, nonché l’inizio della costruzione del porto comunale di San Pelagio. Poiché le questioni ambientali e in particolar modo la gestione dei rifiuti sono molto attuali ed importanti, alla fine di settembre e su nostra iniziativa, i sindaci e il vicepresidente della Regione Istriana hanno sottoscritto la Dichiarazione sulla gestione dei rifiuti biodegradabili».

 

Inoltre, si è lavorato sulla stesura e l’emanazione di documenti importanti che porteranno alla realizzazione di nuovi progetti.

 

Tra le attività più significative avviate alla fine dell’anno, il sindaco ha sottolineato la costruzione di una parte di via S. Žiža a Villa di Rovigno, l’esecuzione dei lavori di bonifica e chiusura del primo campo della discarica di rifiuti comunali di Laco Vidotto, gli investimenti nella costruzione del porto comunale di San Pelagio nonché la costruzione della nuova sezione dell’asilo periferico a Villa di Rovigno.

 

Mentre per quanto riguarda la manutenzione degli investimenti sono stati effettuati i lavori di rinnovo energetico dell’illuminazione nell’edificio amministrativo comunale, i lavori di ristrutturazione della facciata dell’edificio in via A. Ferri 1 e la riparazione di una parte del tetto piano della scuola elementare italiana Bernardo Benussi.

 

In questo periodo sono stati stipulati due nuovi contratti di costituzione del diritto di costruzione accanto ai cinque preesistenti e sono stati risolti i rapporti di proprietà e legali che consentiranno investimenti privati ​​sul territorio della zona imprenditoriale “Gripole-Spinè” e nelle immediate vicinanze dello Squero.

 

«La seconda metà del 2019 può essere ritenuta di successo sia in termini pubblici, sociali che istituzionali. Gli standard raggiunti sono stati mantenuti ed è stata realizzata la maggior parte dei progetti pianificati», ha concluso Paliaga.

 

All’ordine del giorno erano anche la Proposta di Delibera sull’emanazione delle Modifiche ed integrazioni al Piano d’assetto dettagliato del territorio Sveti Vid – San Vein e Valbruna, seguita dalla Proposta di Delibera sulla garanzia e sul consenso dati per l’indebitamento della società commerciale Valbruna sport s.r.l. Rovinj-Rovigno presso la Privredna banka d.d. di Zagabria, per un prestito a lungo termine per un importo di 60.000.000,00 kune per finanziare l’investimento nella costruzione di una piscina cittadina all’interno Ospedale specialistico per l’ortopedia e la riabilitazione “Prim. Martin Horvat” a Rovigno.

 

I consiglieri hanno inoltre approvato l’Informazione sul Programma di lavoro della società “Depurazione acque Rovinj-Rovigno” s.r.l. Rovigno e del Servizio comunale per il 2020, seguita dal Piano e programma delle attività della società commerciale «Valbruna sport» per il 2020 e dalla relazione e piano di lavoro del Consiglio dei giovani.

 

Inoltre, il consigliere Petar Radetić viene sostituito e la sua funzione sarà svolta in futuro dalla sig.ra Eda Kalcić, la quale tramite la dichiarazione del 2 marzo 2020, ha richiesto la cessazione della sospensione del suo mandato di consigliera. La continuazione del mandato inizia otto giorni dopo la data di recapito della notifica, in questo caso significa che il mandato di consigliera continua il 10 marzo 2020, con il quale termina anche il mandato di consigliere del vicepresidente Petar Radetić e lo stesso da quel giorno non può più esercitare l’incarico di vicepresidente del Consiglio municipale.