Accessibility icon
19.03.2020

Delibera sul divieto temporaneo di attraversamento dei valichi di frontiera della Repubblica di Croazia

Al fine di proteggere la popolazione della Repubblica di Croazia, con la presente Delibera viene temporaneamente vietato o limitato l’attraversamento di tutti i valichi di frontiera.

Ai cittadini croati sarà permesso il rimpatrio nella Repubblica di Croazia, o di recarsi nel paese in cui lavorano e risiedono, seguendo le istruzioni e le misure dell’Istituto croato di Sanità pubblica.

Il ritorno nei paesi di origine sarà reso possibile per tutti i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea, vale a dire gli Stati membri dello Spazio Schengen e dei paesi associati allo Spazio Schengen, nonché per i membri delle loro famiglie, e cittadini di paesi terzi che vi abbiano soggiornato per un lungo periodo ai sensi della Direttiva del Consiglio 2003/109/CE, del 25 novembre 2003, relativa allo status dei cittadini di paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo e delle persone che hanno il diritto di soggiorno ai sensi delle altre direttive dell’UE o di diritti nazionali o i quali sono provvisti di visto a lungo termine.

L’interesse della Repubblica di Croazia per il rientro nella Repubblica di Croazia delle persone di cui al paragrafo 3 del presente punto è confermato dai capi dei ministeri in conformità con l’ambito prescritto nei casi eccezionali. Tali persone sono obbligatoriamente soggette alle istruzioni e alle misure dell’Istituto croato di Sanità pubblica.

 

Le eccezioni alla presente Delibera si riferiscono a:

Operatori sanitari, ricercatori sanitari e professionisti associati nella cura degli anziani e delle persone che necessitano di cure mediche urgenti;

Lavoratori transfrontalieri;

Vettori di trasporto merci e altro personale di trasporto nella misura necessaria;

Diplomatici, agenti di polizia nell’esercizio delle loro funzioni, servizi e squadre di Protezione civile, personale di organizzazioni internazionali e personale militare internazionale nell’esercizio delle loro funzioni;

Passeggeri in transito.

Le eccezioni sopraelencate sono soggette alle istruzioni e alle misure emanate dall’Istituto croato di Sanità pubblica.

 

La presente misura entra in vigore il 19 marzo e viene applicata per 30 giorni.

Documenti