Accessibility icon
26.02.2020

COVID-19. La Città di Rovinj-Rovigno ha formato un team per il monitoraggio dell’epidemia

Dopo i primi casi registrati di infezione da coronavirus in Croazia, la Città di Rovinj-Rovigno ha formato una squadra di monitoraggio dell’epidemia COVID-19.

Va segnalato che non c’è motivo di panico o paura di contagio, ma in ogni caso è necessario introdurre e attuare misure preventive per educare e informare il pubblico.

Le misure preventive comprendono il mantenimento dell’igiene; è importante lavarsi le mani, evitare luoghi con una grande concentrazione di persone, mantenere lo stato di salute dei pazienti cronici affetti da diabete, tumori, malattie immunitarie, ridurre il fumo, ecc.

Inoltre, si consiglia di seguire i consigli del sistema sanitario. COVID-19 non è molto più mortale del virus dell’influenza che abbiamo ogni anno, ma si sta espandendo abbastanza rapidamente e necessita di una risposta adeguata da parte del sistema sanitario. I più vulnerabili sono gli over 60 e i pazienti cronici che hanno bisogno di un’attenzione speciale.

È essenziale disporre di informazioni corrette e concrete. Il panico mediatico che stigmatizza gli infetti porta solo attacchi violenti e pericoli inutili per l’individuo e la società.

Il team di monitoraggio delle epidemie nella Città di Rovinj-Rovigno riferirà prontamente a tutti i servizi pertinenti tutte le informazioni che provengono dal Ministero della sanità e dallo staff di crisi del Ministero della sanità della Repubblica di Croazia, ed è composto dal sindaco Marko Paliaga e dal vice sindaco Marino Budicin, dal comandante dell’Unità dei Vigili del fuoco Evilijano Gašpić, dal comandante della Stazione di polizia Branko Ivan Bestulić, dal capo del dipartimento dell’Istituto per la medicina d’urgenza Rovigno-Rovigno Orjana Čačić-Momčilović, dalla capoufficio per gli affari sociali della Città Edita Sošić Blažević, dal direttore dell’ospedale di ortopedia e riabilitazione Marinko Rade, dalla capoufficio del sindaco del consiglio municipale Maria Črnac Rocco, dalla direttrice della Croce rossa rovignese Dajana Medić, dalla direttrice della Casa di riposo «Domenico Pergolis» Kristina Laginja e dal capo del dipartimento per lo sport, il benessere sociale e la società civile, Dragan Poropat.

La Città procurerà le quantità necessarie di disinfettante da distribuire alla polizia, ai vigili del fuoco, alle scuole e agli asili della città.

Si raccomanda che i servizi di emergenza forniscano maggiori precauzioni al personale per prevenire il contagio isolando ed evitando contatti non necessari con più persone e che le scuole e gli asili adottino misure preventive per prevenire la diffusione dell’infezione incoraggiando i bambini a lavarsi le mani regolarmente ed evitando di socializzare in grandi gruppi.

Alla Casa di riposo è stato anche consigliato di intensificare la supervisione e limitare le visite ai suoi residenti.

Volontari e membri della società cittadina della Croce Rossa hanno distribuito i volantini informativi del Ministero della Salute nelle scuole e negli asili, nonché in Piazza, davanti alla Casa della salute e al mercato. I volantini sono stati inviati dell’Ente turistico ad affittuari privati ​​e hotel.

Foto