Accessibility icon
25.06.2017

Mostra di fotografie al CAV «Batana» – FOTOGRAFI ALL’ESTERO

Alla galleria del Centro d’arti visive «Batana» sabvato 24 giugno è stata inaugurata la mostra di fotografie intitolata «Fotografi all’estero». L’allestimento include i lavori di fotografi che per motivi diversi in un certo momento hanno lasciato la loro patria per andare a vivere in un altro Paese. Attraverso gli obiettivi delle loro macchine, hanno immortalato quest’esperienza e le loro storie di vita. Si tratta di Andrés Salas (Colombia/Canada), Beatriz Bajuelos (Cuba/Stati Uniti), Devon Schiller (Stati Uniti/Austria), Jelena Savić (Bosnia ed Erzegovina/Portogallo), Julija Naskova (Macedonia/Cina), Maria Teresa Scarabello (Italia/Giappone) e Tadej Žnidarčič (Slovenia/Uganda).

La curatrice Lavoslava Benčić ha impostato la mostra di modo da creare un percorso che inizia con la partenza di Andres Salas dalla Colombia una decina d’anni fa, ripresa nel ciclo di fotografie «Trazit» e finisce invece con il ritorno di Devon Schiller dagli Stati Uniti in Austria.

All’inaugurazione di quest’interessante mostra erano presenti anche due autrici –  la macedone Julija Naskova che ha tenuto anche una conferenza sull’image editing, mentre alla mostra si è presentata con il ciclo di fotografie «La cultura marittima a Hong Kong», e l’italiana Maria Tereza Scarabello, di cui i presenti hanno potuto ammirare la collezione intitolata «Intimità in cucina», con scatti nati durante i suoi studi in Giappone.

La fotografa cubana Beatrix Bajuelos è migrata in Ameriku, nella Città di San Diego, dove ha ripreso la vita urbana del centro. L’architetta Jelena Savić di Banja Luka ha voluto invece immortalare gli edifici e l’architettura di Porto. Lo sloveno Tadej Žnidarčič è partito per l’Uganda, dove ha conosciuto gli attivisti della comunità LGBT, documentando il cambiamento graduale del rapporto tra le autorità e la popolazione locale.

La mostra rimarrà aperta fino al 18 luglio.