Edilizia

Attuando il controllo in conformità con la Legge sull’ispezione edile (GU n. 153/13), il Regolamento sugli edifici semplici e i lavori  (GU n.n. 79/14, 41/15, 75/15e la Delibera sul periodo nel quale non si possono eseguire i lavori edilizi  (Bollettino ufficiale n.n. 5/04, 1/08, 5/10), nell’attuare il controllo la guardia comunale ha il diritto e l’obbligo, in conformità con le disposizioni delle prescrizione, di ordinare alle parti le seguenti misure:

  • la rimozione delle rovine di edifici,
  • la rimozione di facciate e tetti danneggiati che non sono costruzione portante,
  • la rimozione di edifici,
  • la conformazione dell’attuazione dell’intervento nello spazio quando non si tratta di costruzione,
  • la rimozione di interventi nello spazio che non sono costruzione ,
  • la sospensione provvisoria dei lavori,
  • la conclusione delle parti esterne dell’edificio,
  • l’esposizione del certificato energetico,
  • il divieto dei lavori nel periodo nel quale non si possono eseguire lavori edilizi (15 giugno – 31 agosto).

Nell’ambito delle proprie competenze in base alle prescrizioni con le quali è regolata l’edilizia e altre prescrizioni, la guardia comunale può  :

  • accedere alla particella edificabile,ossia al terreno dell’edificio oppure altro edificio, cantiere o altro terreno, di qualsiasi destinazione, e controllarli
  • stabilire l’identità delle persone e prendere le loro dichiarazioni,
  • effettuare la visione della documentazione,
  • effettuare il controllo,
  • raccogliere le prove e svolgere altre azioni per l’attuazione del controllo.

Le multe per le costruzioni abusive sono prescritte nelle direttive del competente Ministero, per le persone fisiche ammontano da 3.000,00 kn a 10.000,00 kn, mentre per le persone giuridiche da 10.000,00 kn a 30.000,00 kn, il tutto in base alla categoria dell’impianto abusivo.