12.09.2017

ROVIGNO APRE IL PRIMO CENTRO COWORKING IN ISTRIA

Dopo Zagabria, Fiume, Zara e Osijek, ora anche l’Istria ha un centro coworking a Rovigno.

Come sottolineato dal sindaco Marko Paliaga alla presentazione del progetto, si tratta del frutto dell’impegno e della collaborazione tra l’amministrazione cittadina e l’associazione «Faro11».

«L’obiettivo del centro coworking, oltre a impiegare i giovani professionisti di Rovigno, è quello di creare una rete di professionisti, scienziati e artisti indipendenti che possano collaborare, lavorare e creare, non soltanto a livello locale, ma anche in contesti più ampi. Si tratta di uno spazio unico nel suo genere, perché nello stesso edificio sono collocati sia l’incubatore d’impresa, che ospita già diversi imprenditori, sia il centro coworking: due strutture compatibili. Ciò prevede il contatto tra varie professioni e siamo convinti che in un futuro non troppo lontano diventerà un vivaio di nuove idee».

Il progetto è stato promosso dall’associazione Faro11, un gruppo di professionisti indipendenti riuniti con lo scopo di risolvere il problema della mancanza di spazi lavorativi. «Siamo consapevoli che per i giovani imprenditori non è facile trovare e affittare un ufficio, sia per motivi di prezzo che per motivi di spazio. Per questo motivo abbiamo deciso di iniziare un dialogo con la Città che, oltre a essersi dimostrato assolutamente produttivo, ha dato vita, oggi, a un risultato unico in Croazia», ha dichiarato la presidente dell’associazione, Tamara Nikolić Đerić.

A coordinare il lavoro all’interno del centro sarà Ivana Čehić Rabljenović, che ha annunciato anche le varie attività, tra le quali laboratori di crowdfunding, imprenditoria sociale, marketing on-line, progetti UE, ma anche consulenze quotidiane legate all’industria creativa e culturale, alla disponibilità di sussidi imprenditoriali a livello locale e statale, nonché varie conferenze, seminari e supporto a organizzazioni non profit per la stesura e la realizzazione di progetti.

Il design degli interni è firmato da Alberta Nikolov, mentre la Città di Rovigno ha investito complessivamente 900mila kuna nel riaddattamento degli spazi.

Il centro sarà aperto a tutti gli imprenditori e liberi professionisti che utilizzano il computer come strumento di lavoro. È dotato di postazioni, armadietti, stampanti, scanner, sala riunioni, cucina e toilette. Sarà aperto dal lunedì al venerdì, nell’orario dalle 9 alle 17, con la possibilità che questo possa in futuro venir esteso a seconda delle necessità. I prezzi sono visibili sulla pagina Facebook “Coworking Rovinj”, mentre per i cittadini di Rovigno è previsto uno sconto del 50 per cento. Il canone mensile per l’utilizzo dello spazio a tempo pieno è di 1.000 kune (500 kune per i cittadini di Rovigno) e varia in base all’utilizzo.

Foto