30.10.2017

L’ESPERIENZA FOTOGRAFICA DEL PATRIMONIO CULTURALE

L’Unione fotografica croata presta particolare attenzione alla formazione dei giovani fotografi dilettanti e lo fa attraverso le organizzazioni di workshop fotografici durante i quali imparano a percepire il mondo che li circonda e a prestare attenzione ai dettagli. Ed è appunto da questi laboratori che nasce anche il concorso internazionale per giovani fotografi intitolato «Esperienza fotografica del patrimonio», portato avanti da Zlata Medak, coordinatrice del programma giovanile. Gli autori dei lavori allestiti alla mostra sono giovani di età compresa tra i 14 e i 20 anni, provenienti da tutto il mondo, (dall’Argentina, l’Uruguay e il Venezuela attraverso la Russia e la Repubblica Ceca, l’Oman e il Qatar fino alla Croazia). Attraverso l’obiettivo della macchina fotografica essi guardano e immortalano il patrimonio culturale dei loro Paesi. La mostra fotografica, che viaggerà per la Croazia, è stata ufficialmente inaugurata sabato 28 ottobre alla galleria del Centro d’arti visive  «Batana». Le fotografie sono realizzate da 71 autori di tutto il mondo, dei quali 10 provenienti dalla Croazia.

La mostra è stata inaugurata dal presidente della CAV «Batana», Mladen Boljkovac e da Zlata Medak dell’Unione fotografica croata. Boljkovac ha sottolineato l’ottima collaborazione tra le due associazioni che continua con successo dal 2011.

Zlatna Medak si è soffermata sulle molteplici attività di educazione di giovani fotografi dilettanti, realizzate attraverso numerosi laboratori ai quali hanno partecipato in più occasione anche giovani rovignesi.

La mostra è accompagnata da un catalogo rappresentativo che raccoglie tutti i lavori inclusi nella mostra che rimarrà aperta a Rovigno per le prossime tre settimane.