Divieto di costruzione durante la stagione turistica

Con la Delibera di definizione del periodo nel quale non è consentito eseguire lavori edilizi (Bollettino ufficiale della Città di Rovinj-Rovigno numero 05/04, 01/08 e 05/10) la Città di Rovinj-Rovigno ha definito il periodo nell’anno solare e le zone sul territorio della Città di Rovinj-Rovigno nelle quali viene temporaneamente vietata l’esecuzione di determinati lavori edilizi.

Il divieto si riferisce ai lavori edilizi nel periodo dal 15 giugno al 31 agosto dell’anno solare all’interno degli insediamenti coperti dal Piano urbanistico generale della Città di Rovinj-Rovigno (Bollettino ufficiale num. 7a/06, 03/08, 02/13), e degli insediamenti di Cocaletto e Villa di Rovigno, ad eccezione della zona imprenditoriale Gripole-Spine’, e di parti di insediamenti non edificati i quali sono in fase di costruzione e i quali non hanno nelle immediate vicinanze edifici esistenti in uso.

Possono eccezionalmente essere svolti i seguenti lavori edilizi:

  • lavori di riparazione su impianti dell’infrastruttura comunale per la riparazione di guasti o per altre situazioni urgenti,
  • completamento di lavori finali di sistemazione e di riparazione delle aree pubbliche e verdi nonché di impianti e di strutture dell’infrastruttura comunale, quando la situazione esistente immediatamente prima l’inizio del divieto di costruzione deturpa l’aspetto estetico dell’insediamento o impedisce l’utilizzo delle aree pubbliche e verdi e degli impianti e costruzioni di infrastruttura comunale,
  • riparazione urgente di danni creatisi improvvisamente su un edificio, al fine di impedire ulteriori danni e l’allargamento sugli edifici vicini, il suolo pubblico o l’infrastruttura comunale, con i quali lavori viene eliminato il pericolo per le persone e l’ambiente,
  • opere artigianali interne finali che non creano rumore né altri inquinamenti al di fuori dell’edificio a condizione che il materiale edilizio non venga depositato al di fuori dell’edificio e che non vengano utilizzati macchinari rumorosi o che creano altri tipi di inquinamento,
  • costruzione, ricostruzione e riparazione di edifici di finalità sociale (giardini d’infanzia, scuole e simili) i base a delibera specifica del Consiglio municipale,
  • riparazione della pavimentazione in pietra del centro storico.