Aiuti ai genitori

Spese di vitto

ll diritto al sostenimento del pieno importo delle spese per il vitto (merende, ovvero  merenda e pranzo per i bambini inclusi nel programma del soggiorno prolungato a scuola) organizzate nella cucina scolastica viene realizzato dal fruitore della famiglia che adempie alle condizioni sociali di cui nella Delibera sull’assistenza sociale.
Il diritto al 50% delle spese per il vitto, può venir realizzato dai genitori per i bambini-alunni delle scuole elementari nel territorio della Città di Rovigno, qualora adempiano alle condizioni di cui nella Delibera sull’assistenza sociale.
I diritti realizzati valgono per il corrente anno scolastico.

Programmi speciali:

Spese di merenda Fondazione “Croazia per i bambini”-

La Fondazione “Croazia per i bambini” attua il progetto con il quale si assicura il finanziamento della merenda scolastica per l’anno scolastico 2016/2017, per gli alunni bisognosi che frequentano la scuola elementare in una delle nove regioni croate, in cui il valore dell’indice di sviluppo è maggiore di 75% rispetto alla media della Repubblica di Croazia. Tra queste regioni troviamo anche la Regione Istriana, ossia nel progetto sono inclusi tutti gli alunni delle scuole elementari istriane.

Le condizioni per realizzare il dritto al finanziamento delle spese della merenda scolastica:

  • il bambino deve frequentare una delle 8 (otto) classi in una delle scuole elementari rovignesi,
  • che la famiglia nella quale vive il bambino non abbia realizzato e non usufruisca del sostegno della Fondazione per le persone fisiche per il finanziamento delle spese della merenda scolastica per l’anno scolastico 2016/2017,
  • che il bambino e /oppure la famiglia non abbia realizzato e non usufruisca dello stesso o simile sostegno ossia il diritto in base ad un altro criterio,
  • che la famiglia nella quale vive il bambino abbia realizzato la media delle entrate nel periodo dal 1° gennaio 2016 al 31 agosto 2016 che non supera l’importo di 2.000,00 kune per membro del nucleo familiare.

Le entrate cumulative del nucleo familiare sottintendono e comprendono quanto segue:

  • la media dello stipendio mensile netto, ossia l’indennizzo in base all’occupazione, realizzato nel suddetto periodo da parte di ogni singolo membro del nucleo familiare, fattore mutabile;
  • la pensione (con le aggiunte protette e di altro tipo alla pensione), l’indennizzo pensionistico oppure l’indennizzo in denaro nella media dell’importo mensile, realizzato nel suddetto periodo da parte di ogni singolo membro del nucleo familiare, fattore mutabile;
  • le entrate da attività autonoma (entrate da impresa o attività simile, entrate da mestieri freelance nonché entrate dall’agricoltura e dalla silvicoltura, entrate dai beni e dai diritti patrimoniali, entrate dal capitale, entrate dall’assicurazione, altre entrare stabilite per il calcolo dell’imposto sul reddito, realizzate nel suddetto periodo da parte di ogni singolo membro del nucleo familiare, fattore mutabile;
  • l’indennizzo per lo stipendio durante il permesso di malattia nonché l’assegno di maternità e genitoriale, realizzato nel suddetto periodo da parte di ogni singolo membro del nucleo familiare, fattore mutabile;

La documentazione obbligatoria è la seguente:

  • la copia stampata oppure elettronica dell’Attestato di nascita (non può essere più vecchio di sei mesi) quando il bambino vive con i genitori, ossia la copia del Decreto di affidamento (emanato dal competente Centro per la previdenza sociale oppure dal competente tribunale) quando il bambino vive con il tutore legale, ossia la copia del Decreto di adozione (emanato dal competente Centro per la previdenza sociale), ossia la copia della Delibera del competente Centro per la previdenza sociale oppure la Delibera del competente tribunale sul procedimento extragiudiziale quando il bambino vive dall’affidatario (emanato dal competente Centro per la previdenza sociale oppure dal competente tribunale), per copia elettronica s’intende la trascrizione dal sistema e-cittadini;
  • la copia stampata oppure elettronica del Certificato di cittadinanza (può essere più vecchio di sei mesi) per il bambino e/oppure uno dei genitori (ossia per uno dei tutori legali, dei genitori adottivi oppure dell’affidatario) con cittadinanza croata, per copia elettronica s’intende la trascrizione dal sistema e-cittadini;
  • la dichiarazione sotto responsabilità materiale e penale sul sistema di nucleo familiare comune nel quale vive il bambino che va firmata da uno dei genitori (ossia da uno dei tutori legali, dai genitori adottivi oppure dall’affidatario);
  • la conferma di disoccupazione e sulla durata della disoccupazione per i membri del nucleo familiare che sono disoccupati (rilasciata dall’Istituto croato di collocamento);
  • la conferma sull’ammontare della pensione (con le aggiunte protette e di altro tipo alla pensione), ossia l’indennizzo pensionistico realizzato nel precedente anno, per i  membri del nucleo familiare che sono pensionati, ossia che realizzano l’indennizzo pensionistico (rilasciato dall’Istituto croato per l’assicurazione pensionistica in base al luogo di residenza);
  • la dichiarazione sotto responsabilità materiale e penale sull’ammontare delle entrate nette realizzate e di altre entrate per il periodo dal 1° gennaio 2016 al 31 agosto 2016 per ogni membro del nucleo familiare che ha più di 15 (quindici) anni, insieme con tutti i documenti che provano tali entrate (buste paga, moduli IP, conferme del datore di lavoro, conferme dell’Istituto croato per l’assicurazione pensionistica, conferma dell’Istituto croato di collocamento nonché la Conferma dell’Ufficio imposte sull’ammontare delle entrate per i primi 6 mesi nel 2016) (la conferma va firmata da tutti i membri del nucleo familiare comune che hanno più di quindici anni);
  • la conferma sull’ammontare dell’indennizzo versato per il permesso di malattia nonché per l’assegno di maternità e genitoriale nel corso dell’anno precedente per i membri del  nucleo familiare che hanno realizzato le entrate in base all’indennizzo per il permesso di malattia presso l’HZZO e l’assegno di maternità e genitoriale (rilasciato dall’Istituto croato per l’assicurazione sanitaria in base al luogo di residenza);
  • la dichiarazione sotto responsabilità materiale e penale con la quale si conferma che la famiglia nella quale vive il bambino non ha realizzato il sostegno della Fondazione per le persone fisiche per il finanziamento delle spese della merenda scolastica per l’anno scolastico 2016/2017, la dichiarazione va firmata da uno dei genitori (ossia da uno dei tutori legali, dai genitori adottivi oppure dall’affidatario);
  • la dichiarazione sotto responsabilità materiale e penale con la quale si conferma che il bambino e/oppure uno dei suoi genitori (ossia uno degli affidatari legali, dei genitori adottivi oppure il tutore) per il bambino non ha, in precedenza oppure allo stesso tempo secondo un altro criterio oppure altra fonte, realizzato il finanziamento totale oppure parziale delle spese della merenda scolastica per l’anno scolastico 2016/2017, la dichiarazione va firmata da uno dei genitori (ossia da uno dei tutori legali, dai genitori adottivi oppure dall’affidatario);

La documentazione va inoltrata fino al 16 settembre 2016 presso la segreteria della scuola.

Gli obblighi dei genitori nel corso dell’anno scolastico:

Allo scopo di supervisionare e controllare l’utilizzo finalizzato dei mezzi finanziari, il genitore (ossia l’affidatario legale, il genitore adottivo oppure il tutore) ha l’obbligo di consegnare alla Scuole elementare due Conferme firmate dai genitori (alla fine del primo e del secondo semestre), per confermare che il figlio ha consumato la merenda scolastica per tutti i pasti previsti durante tutti i giorni lavorativi nei due semestri, nei giorni in cui ha frequentato le lezioni.
Le famiglie realizzano il diritto alla sovvenzione del 100% delle spese per la merenda nelle scuole in base al Decreto del Centro per la previdenza sociale devono rivolgersi al Settore amministrativo per gli affari sociali della Città di Rovinj-Rovigno.