EAHTR

L’Associazione croata delle città storiche è stata fondata nel 2011 in base al modello dell’Associazione europea delle città e delle regioni storiche (EAHTR).

L’EAHTR è la rete delle associazioni nazionali delle città storiche fondata nel 1999 a Strasburgo durante la conferenza organizzata dal Congresso delle autorità locali e regionali del Consiglio d’Europa, con lo scopo di promuovere gli interessi delle città con una ricca eredità storico-culturale. Nel frattempo l’associazione ha cambiato nome in “Heritage Europe” (www.historic-towns.org).

I membri dell’Associazione croata delle città storiche sono: Ragusa, Ilok, Karolvac, Castelli, Curzola, Lussinpiccolo, Nona, Clissa, Cittanova (Dalmazia), Pago, Pola, Rovigno, Sisak, Salona, Spalato, Sebenico, Traù, Varaždin, Vukovar e Zara.
L’esigenza di organizzare le città croate in un’associazione scaturisce dalle loro problematiche comuni ossia di equilibrare lo sviluppo con la conservazione del patrimonio culturale e storico.

Le città storiche hanno i propri bisogni specifici ossia: la conservazione del patrimonio culturale e naturale, la tradizione culturale, il problema di soddisfare i bisogni degli abitanti delle città storiche e il rapporto dei cittadini con il patrimonio culturale, il riconoscimento dell’importanza e del valore dell’eredità culturale croata nonché le modalità di gestione e utilizzo della medesima.
Reputiamo che proprio l’Associazione croata delle città storiche sia una piattaforma adeguata per l’approccio unico e la promozione degli interessi e dei bisogni specifici delle città storiche croate e dei suoi cittadini in Croazia e all’estero.

L’obiettivo a lungo termine è la risoluzione comune dei problemi in modo sistematico, attraverso lo scambio di pareri ed esperienze tra gli esperti che si occupano di eredità culturale, i rappresentanti delle unità dell’autogoverno locale, gli scienziati e gli operatori turistici.

L’Associazione organizza conferenze, laboratori e manifestazioni culturali, partecipa a progetti europei, collabora con le università, i gruppi di lavoro e partecipa alla preparazione delle pubblicazioni comuni.

I membri dell’Associazione possono essere le città o parti delle città che hanno un nucleo storico riconoscibile con una significativa eredità architettonica, con qualità e caratteristiche che si mantengono sistematicamente.

La sede dell’Associazione si trova a Ragusa. Il presidente dell’Associazione dal mese di aprile 2011 fino a maggio 2016 è stato il sindaco della Città di Ragusa il dott. Andro Vlahušić, quando è stato scelto un nuovo presidente dell’Associazione, il sindaco del comune di Clissa il sig. Jakov Vetma.

Tutela del patrimonio – disposizioni di legge:

 Leggi:

  • Legge sulla tutela e la salvaguardia dei beni culturali (GU 69/99, GU 151/03, GU 157/03, Correzione, GU 87/09, GU 88/10, GU 61/11, GU 25/12, GU 136/12, GU 157/13, GU 152/14)

Regolamenti:

  • Regolamento sulle condizioni per le persone fisiche e giuridiche per il rilascio dei permessi per espletare i lavori di tutela e salvaguardia dei beni culturali (GU 74/03, GU 44/10)
  • Regolamento sul registro delle concessioni sui beni culturali (GU 77/15)
  • Regolamento sulla documentazione per il rilascio del previo benestare per i lavori sui beni culturali (GU 134/15)