Fabbisogni pubblici nel settore culturale

P 1027 Programma:
FABBISOGNI PUBBLICI GENERALI NEL SETTORE CULTURALE = 2.212.000,00 kn

Le uscite per la realizzazione del Programma dei fabbisogni pubblici generali nel settore culturale sono state pianificate nell’importo di 2.212.000,00 kn. Nell’ambito del Programma sono state pianificate sei  Attività, e precisamente:

A 102701 – Attività: manifestazioni artistico-culturali cittadine = 248.000,00 kn
Da questi mezzi vengono finanziate le manifestazioni artistico-culturali cittadine, come ad esempio: il Carnevale, la Giornata della Città, il Teorema musicale organizzate dalle istituzioni culturali e che si tengono sotto il patrocinio della Città.
La ripartizione definitiva dei mezzi verrà stabilita con un’apposita Conclusione dopo l’emanazione del bilancio.

Fondamento di legge: Legge sull’autogoverno locale e territoriale (regionale).
Obiettivo generale: adempimento delle esigenze culturali degli abitanti e degli ospiti della città di Rovigno.
Obiettivo specifico: realizzazione dei programmi al fine di celebrare date importanti e festività durante l’anno, nonché dei programmi che già da molti anni si tengono a Rovigno.
Indicatore di efficienza: realizzazione dei programmi nel periodo pianificato.

A 102702 – Attività: attività cittadine specifiche = 660.000,00 kn
Da questi mezzi viene finanziata una serie di programmi importanti che si realizzano durante l’anno,  e che hanno come obiettivo l’offerta di eventi culturali per soddisfare le esigenze degli abitanti e degli ospiti.
I programmi che verranno finanziati da questi mezzi si riferiscono alle manifestazioni scenico-musicali e ai festival, ai convegni letterari, alle manifestazioni di arti visive.
Una parte dei mezzi che veniva assicurata tradizionalmente per i programmi di organizzazione della società civile sarà oggetto  di concorso pubblico che verrà attuato dopo l’emanazione del bilancio.
Con questi messi verrà finanziato il programma natalizio e di capodanno, il programma culturale nei mesi estivi che si tengono sotto il patrocinio della Città.

Fondamento di legge: Legge sull’autogoverno locale e territoriale (regionale).
Obiettivo generale: adempimento delle esigenze culturali degli abitanti e degli ospiti della città di Rovigno.
Obiettivo specifico: completare l’offerta degli eventi culturali durante tutto l’anno.
Indicatore di efficienza: realizzazione dei programmi nel periodo pianificato.

A 102703 – Attività: editoria – 170.000,00 kn
Questi mezzi servono al finanziamento di determinati progetti editoriali come raccolte di poesie, riviste specializzate, CD e simili in base alle richieste di singoli e di persone giuridiche che sono titolari di tali progetti.
Inoltre, da questi mezzi la Città pianifica di realizzare autonomamente due progetti editoriali, di cui uno dedicato al palazzo comunale rovignese e al suo affresco, mentre l’altro si riferisce ad un albo illustrato per bambini che parla del nucleo storico cittadino di Rovigno.

Contenuto del libretto sul palazzo comunale rovignese:

  • il primo capitalo verrebbe dedicato alla storia del palazzo comunale, dalle sue origini (1308) fino ad oggi (in effetti fino al restauro del primo piano ovvero della vecchia sala del consiglio);
  • il secondo capitolo tratterebbe il restauro della vecchia sala del consiglio,
  • il terzo capitolo presenterebbe un’analisi artistica dell’affresco del 1584, uno dei più rari affreschi rinascimentali istriani di carattere profano;
  • una trentina di varie illustrazioni (in bianco e nero e a colori).

L’albo illustrato che tratta il nucleo storico cittadino rovignese dovrebbe, unitamente ad un adeguato testo letterario redatto in base alle esistenti presentazioni e sintesi storiche del nucleo storico cittadino, avvicinare ovvero raccontare ai bambini la tematica del nucleo storico cittadino e i suoi principali contenuti e luoghi d’interesse storici, artistico-urbanistici e socio-culturali.
Entrambe le edizioni verrebbero stampate in lingua croata e italiana.

Fondamento di legge: Legge sull’autogoverno locale e territoriale (regionale).
Obiettivo generale: spronare l’originalità e la creatività.
Obiettivo specifico: rendere possibile ai concittadini, agli autori, la pubblicazione delle proprie opere, nonché sostegno ai progetti editoriali di particolare importanza.
Indicatore di efficienza: numero di contributi assegnati e di pubblicazioni realizzate.

A 102704 – Attività: Programmi delle associazioni culturali e artistiche = 1.030.000,00 kn
Con questi mezzi verrà finanziata l’attività del Centro di ricerche storiche, l’attività della commissione per la valutazione delle notifiche dei programmi delle associazioni nel settore della cultura, dell’arte e della cultura tecnica, nonche’ le attività delle associazioni culturali e artistiche.
Il 17 marzo 2015 è entrato in vigore il Regolamento sui criteri, le misure e i procedimenti di finanziamento e contrattazione dei programmi e dei progetti di interesse per il bene comune che vengono attuati dalle associazioni. Hanno l’obbligo di applicare il Regolamento coloro che assegnano mezzi finanziari e che realizzano entrate da fonti pubbliche. Il Regolamento prescrive strettamente l’obbligo di pubblicazione del concorso dopo l’emanazione del bilancio, ossia di definizione delle priorità di finanziamento (programma e attività).
Conformemente ai mezzi a disposizione è stato pianificato l’importo di 1.030.000,00 kn per il finanziamento dei programmi delle associazioni culturali e artistiche.
I mezzi sono destinati al finanziamento del sostegno istituzionale alle associazioni nel settore culturale e artistico, al finanziamento della tutela dei beni culturali, al dilettantismo artistico-culturale (scenico-musicale), di altre arti visive ed esecutive.

A 102705 – Attività: Commissione per la valutazione delle richieste = 9.000,00 kn
Oltre all’importo che in seguito al concorso/concorsi verrà devoluto alle associazioni, sono state pianificate risorse finanziarie per l’attuazione del procedimento del concorso, ossia per l’attività della commissione che valuterà le domande pervenute al concorso. I mezzi pianificati a tale riguardo ammontano a 9.000,00 kn.

Fondamento di legge: Legge sull’autogoverno locale e territoriale (regionale), Legge sulle associazioni, Regolamento sui criteri, le misure e i procedimenti di finanziamento e contrattazione dei programmi e dei progetti di interesse per il bene comune che vengono attuati dalle associazioni.
Obiettivo generale: realizzazione di varie attività e programmi delle associazioni il cui obiettivo e quello di promuovere i valori culturali.
Obiettivo specifico: spronare la costante attività delle associazioni, includendo i cittadini nelle varie attività delle associazioni.
Indicatore di efficienza: realizzazione completa dei programmi nel periodo pianificato.

A 102706 – Attività: Centro di ricerche storiche di Rovigno = 95.000,00 kn
E’ stato fondato nel 1968 su iniziativa dell’allora Unione Italiana dell’Istria e di Fiume (oggi Unione Italiana), come istituzione di ricerca scientifica che si occupa di storia della comunità nazionale italiana autoctona nel territorio del suo insediamento storico. Inoltre, il Centro ha organizzato la propria attività di ricerca nell’ambito della storia dell’Istria, di Fiume, del Quarnero e dei territori dell’ex Dalmazia Veneziana. Il Centro pubblica in lingua italiana, con sommari in lingua croata e slovena, i volumi (fino al 2015 circa 300 volumi) della serie: Atti, Collana degli Atti, Quaderni, Monografie, Documenti, Ricerche Sociali, Etnia, Fonti, e il bollettino La Ricerca.
La sua Biblioteca Scientifica conta oltre 110.000 volumi ed è completamente informatizzata. Dal 1995 ha lo status di Biblioteca depositaria del Consiglio d’Europa, con una particolare sezione sui diritti umani e delle minoranze, nonché sulla tutela dell’ambiente. Di particolare valore è pure la collezione di carte geografiche, topografiche e militari nonché di disegni, quadri e vedute dal XV secolo ad oggi.

Fondamento di legge: Legge sull’autogoverno locale e territoriale (regionale)
Obiettivo generale: realizzazione delle attività pianificate dell’istituzione
Obiettivo specifico: sostegno all’attività scientifica e di ricerca dell’istituzione
Indicatore di efficienza: realizzazione delle attività pianificate dall’istituzione

P 1028 Programma: FABBISOGNI PUBBLICI NELLA CULTURA TECNICA = 43.000,00 kn
Le uscite per la realizzazione del Programma dei fabbisogni pubblici nella cultura tecnica sono state pianificate nell’importo di 43.000,00 kn. Nell’ambito del Programma sono state pianificate due Attività, e precisamente:

A 102801 – Attività: Programmi delle associazioni di cultura tecnica = 43.000,00 kn
Conformemente al Regolamento sui criteri, le misure e i procedimenti di finanziamento e contrattazione dei programmi e dei progetti di interesse per il bene generale che vengono attuati dalle associazioni, con questi mezzi verranno finanziati i programmi delle associazioni il cui settore d’attività è la cultura tecnica.

Fondamento di legge: Legge sull’autogoverno locale e territoriale (regionale), Legge sulle associazioni, Regolamento sui criteri, le misure e i procedimenti di finanziamento e contrattazione dei programmi e dei progetti di interesse per il bene generale che vengono attuati dalle associazioni
Obiettivo generale: realizzazione delle attività delle associazioni di cultura tecnica.
Obiettivo specifico: spronare l’innovazione e la creatività dei cittadini.
Indicatore di efficienza: realizzazione dei programmi delle associazioni.

P 1037 Programma: ATTIVITÀ DELLE ISTITUZIONI CULTURALI = 7.864.280,00 kn
Le uscite per la realizzazione del programma Attività delle istituzioni culturali sono state pianificate nell’importo complessivo di 7.864.280,00 kn. Nell’ambito del Programma sono pianificate tredici Attività e cinque Progetti capitali che vengono attuati dai fruitori del bilancio – istituzioni culturali.

Fruitore del bilancio 37994: Museo civico della Città di Rovinj-Rovigno = 4.098.080,00 kn
Il Museo civico della Città di Rovigno è un’istituzione che svolte attività museale conformemente alla Legge sui musei e alla Legge sulle istituzioni.
L’attività del museo comprende: la raccolta sistematica, la custodia dei beni culturali e naturali dalla preistoria ai giorni nostri, la loro elaborazione scientifica e specializzata nonché la sistemazione in collezioni, la tutela permanente del materiale museale, la documentazione del materiale museale, delle località e siti archeologici, la loro presentazione diretta e indiretta al pubblico tramite mostre permanenti e temporanee nonché la pubblicazione delle nozioni sul materiale museale tramite mass media scientifici, professionali e di altro tipo.
Il materiale e la documentazione museale vengono custoditi come bene culturale applicando le prescrizioni sulla tutela dei beni culturali.

A 103701 – Attività: Attività regolare dell’istituzione culturale = 1.728.155,00 kn
Con questi mezzi si assicurano le uscite per gli stipendi e altre retribuzioni in base al rapporto di lavoro per 10 dipendenti dell’istituzione, di cui quattro curatori, un tecnico museale, tre addetti ai lavori tecnici, una segretaria amministrativa e la direttrice.
Da questi mezzi vengono assicurati i fondi per le uscite materiali nell’importo di 30.000,00 kn per la contabilità dell’istituzione.

A 103702 – Attività: Consiglio d’amministrazione = 34.000,00 kn
Con i mezzi pianificati vengono versate le retribuzioni per i membri del Consiglio d’amministrazione in base alle sedute tenutasi e alle presenze dei membri alle medesime. L’ammontare delle retribuzioni viene stabilito con apposita Delibera.

A 103703 – Attività: Programmi specifici dell’istituzione = 860.300,00 kn
L’attività del museo viene realizzata tramite alcune sezioni specializzate: Archeologia, Arti figurative, Storia, Etnografia, Biblioteca e Pedagogia museale.
Oltre ai mezzi dal bilancio cittadino dell’importo di 200.000,00 kn, l’Istituzione pianifica di realizzare 660.300,00 kn di entrate proprie.
Nel 2017 la Sezione Storia ed Etnologia dedicherà maggior attenzione alla tutela del materiale museale: restauro degli oggetti della collezione etnografica, restauro dei registri delle spese di costruzione del  campanile di Sant’Eufemia. Verrà effettuata la digitalizzazione del materiale della collezione di fotografie e della collezione di manoscritti.
La Sezione artistica organizzerà le tradizionali manifestazioni: Colonia artistica di Rovigno, Rovinj Art Program e Grisia 2017. Nel 2017 il Campo studentesco Grisia 2017 di Rovigno ospiterà artisti provenienti dalle Accademie di belle arti di Osijek, Zagabria, Fiume, Lubiana e Venezia.
Sono in preparazione alcune mostre personali, tra le quali la mostra “L’opera parigina” di Bruno Mascarelli che verrà ospitata anche a Leonberg.
Nel 2017 la Sezione archeologica effettuerà delle ricerche nelle località di Moncastellier e Mongrisiel. Nel contempo si continuerà con la raccolta e la preparazione della documentazione legata alla zona archeologica di Moncodogno e Monsego.
L’attività della biblioteca e della Sezione Pedagogia museale sono legate alle attività delle altre sezioni dell’istituzione. Raccoglieranno materiale scritto disponibile del territorio e organizzeranno laboratori, conferenze e incontri con gli utenti, soprattutto con gli alunni delle scuole elementari e i bambini dell’asilo per far conoscere loro le tradizioni, i vecchi mestieri e conoscenze, ecc.
Tutte le sezioni sono indirizzate alla raccolta di nuovo materiale e al completamento delle raccolte con acquisti e donazioni. Nel contempo si lavorerà all’assicurazione delle condizioni di custodia del materiale e al sanamento degli ambienti in cui opera il museo.      

A 103704 – Attività: Sito archeologico Moncodogno = 35.000,00 kn
Con i mezzi pianificati si provvede alla manutenzione del sito archeologico che è stato affidato alla Sezione archeologica dell’istituzione.

A 103705 – Attività: Grisia e Colonia artistica = 75.000,00 kn
Di particolare interesse per la Sezione arti figurative sono le manifestazioni Grisia e Colonia artistica per le quale vengono accantonati i mezzi del bilancio.

K 103701 – Progetto capitale: Ristrutturazione e attrezzamento dei vani = 1.015.625,00 kn
In base alla manifestata necessità dell’istituzione sono stati pianificati i mezzi per l’installazione della videosorveglianza onde tutelare e aumentare le sicurezza dell’edificio, nonché per l’acquisto di attrezzatura informatica (30.000,00 kn).
I mezzi aggiuntivi di 15.000,00 kn per l’attrezzamento sono previsti dal bilancio statale e/o da quello regionale, mentre da introiti propri l’istituzione investirà 55.625,00 kn a tale riguardo.
L’edificio del museo (palazzo Califfi) e gli spazi entro i confini delle strutture adiacenti che sono in funzione del museo necessitano di sistemazione e ristrutturazione al fine di migliorare le condizioni di custodia del materiale museale, l’utilizzo dei contenuti per i visitatori, di creare le condizioni per la realizzazione di un’esposizione permanente. La sovrintendenza di Pola ha condizione l’esecuzione dei lavori con la stesura dell’elaborato della sovrintendenza. A tale scopo sono state assicurate 100.000,00 kn. L’istituzione ha segnalato la necessità di finanziamento ai concorsi del Ministero della cultura e della Regione Istriana. L’informazione sui mezzi dalle altre fonti sarà disponibile all’inizio del 2017. Conformemente a tale notifica da tali fonti sono state pianificate 815.000,00 kn.
Con l’importo di 100.000,00 kn verrebbe (co)finanziata la stesura dell’elaborato della sovrintendenza.

Fondamento di legge: Legge sull’autogoverno locale e territoriale (regionale), Legge sulle istituzioni, Legge sui musei, Legge sulle biblioteche.
Obiettivo generale: finanziamento delle attività regolari, realizzazione dei programmi delle istituzioni culturali, adempimento delle esigenze culturali degli abitanti della città di Rovigno.
Obiettivo specifico: aumentare lo standard dei servizi dell’istituzione, tutelare il materiale e l’accessibilità al pubblico, presentazione di artistici, tutela del patrimonio.
Indicatore di efficienza: realizzazione dei programmi dell’istituzione nel periodo pianificato.

K 103702 Progetto capitale: Parco archeologico – 350.000,00 kn
Il progetto Moncodogno e Monsego è iniziato nel 1997 al fine di effettuare gli scavi per portare alla luce i castellieri per venire a conoscenza dell’organizzazione e delle modalità di vita in questo abitato nel periodo dell’età del bronzo. Questa è stata la prima volta in cui è stata effettuata una ricerca così ampia in una località dov’erano presenti i castellieri.
Il castelliere si trova sulla lista dei luoghi d’interesse che all’inizio del XX secolo venne redatta da Carlo Marchesetti. Il castelliere venne scoperto dagli archeologi del Museo archeologico di Pola Boris Bačić e Branko Marušić. Venne appurata la sua importanza e subito iniziarono le ricerche che sono durate un paio d’anni. Le ricerche archeologiche sistematiche ripresero nuovamente nel 1997 e durarono fino al 2008, alle quali hanno partecipato: l’Institut für Prähistorische Archäologie, Freie Universität di Berlino, il dipartimento per l’archeologia dell’Università di Lubiana, il Museo archeologico dell’Istria di Pola e il Museo civico della Città di Rovigno. Alle ricerche hanno partecipato anche studenti provenienti da 10 diverse nazioni.
Unitamente agli scavi si procedette anche alla ricostruzione delle strutture scoperte e in questo modo il castelliere è diventato una località presentabile.
L’obiettivo principale di questo progetto è quello di allestire un parco archeologico e costruire un museo con tutti i rispettivi contenuti. Oltre alla manutenzione della località, il museo si occuperebbe della presentazione sistematica del periodo dell’età del bronzo in Istria tramite mostre permanenti e temporanee, di attività educative e di laboratori di archeologia sperimentale.
Si tratta di un progetto pluriennale che l’istituzione ha presentato al concorso del Ministero della cultura e si attende la decisione in merito.

Fruitore del bilancio 34491: Università popolare aperta della Città di Rovinj-Rovigno = 2.600.200,00 kn
L’Università popolare aperta è stata fondata nel 1955 al fine di risolvere i problemi dell’istruzione e di abilitazione degli adulti, come pure di organizzare eventi culturali e d’intrattenimento. L’attività dell’Università popolare aperta comprende: l’istruzione, la cultura, i contenuti musicali e artistici, le conferenze, i laboratori e simili. Le attività dell’istituzione si svolgono in alcuni spazi: teatro “A.Gandusio”, Casa di cultura, Centro multimediale e a seconda delle necessità in altri luoghi della città.

A 103706 – Attività: Attività regolare dell’istituzione culturale = 1.572.000,00 kn
Con l’importo di 1.234.000,00 kn vengono assicurati gli stipendi e altre retribuzioni in base al rapporto di lavoro di dieci dipendenti.
Questi mezzi servono per le uscite materiali e per la manutenzione delle attrezzature e degli impianti.
L’istituzione pianifica di realizzare un introito pari a 100.000,00 kn dall’affitto degli spazi che gestisce, importo che verrebbe utilizzato per coprire le spese materiale e di gestione.

A 103707 – Attività: Consiglio d’amministrazione = 19.000,00 kn
Con i mezzi pianificati vengono versate le retribuzioni per i membri del Consiglio d’amministrazione in base alle sedute tenutasi e alle presenze dei membri alle medesime. L’ammontare delle retribuzioni viene stabilito con apposita Delibera.

A 103708 – Attività: Programmi specifici dell’istituzione = 517.000,00 kn
L’istituzione realizzerà tutti i suoi programmi tramite le attività scenico-musicali, di proiezione cinematografica ed istruttive.
Oltre ai mezzi dal bilancio cittadino dell’importo di 390.000,00 kn, l’istituzione pianifica di realizzare entrate proprie dalla vendita di biglietti per le rappresentazioni teatrali, da donazioni e da sussidi dal bilancio regionale e statale, nell’importo complessivo di 127.000,00 kn.
L’Istituzione continuerà ad organizzare corsi di lingue in due cicli, laboratori creativi, corsi e programmi di perfezionamento professionale verificati dal Ministero. Nella propria offerta continuerà ad avere corsi di informatica, ginnastica, ecc. e organizzerà anche vari seminari e conferenze. Sono in piano anche laboratori creativi estivi per i giovani. L’istituzione organizzerà nei propri ambienti laboratori creativi annuali e saltuari per la cittadinanza, come ad esempio “Rukamano”, il laboratorio di disegno.
Da gennaio a giugno e da ottobre a dicembre verranno organizzate 4 rappresentazioni teatrali al mese (2 per adulti, 1 per bambini, 1 per giovani). L’istituzione aderirà al programma internazionale “Notte dei teatri”.
Continueranno i  laboratori teatrali per i giovani onde educare il pubblico teatrale e realizzare una propria produzione teatrale.
Per i mesi estivi si pianifica un apposito programma di rappresentazioni teatrali all’aperto  adatti a tutte le età, e si terrà conto che la lingua non rappresenti una barriera.
Oltre alle proiezioni cinematografiche, il programma comprende anche l’attuazione del progetto di educazione cinematografica “Il settimo continente” che è destinato ai bambini di età prescolare e agli alunni delle scuole elementari.
Un programma cinematografico specifico verrebbe realizzato sul palcoscenico estivo di Monte nei mesi di luglio e agosto. Per le proiezioni verrebbe utilizzata l’attrezzatura digitale esistente.
Oltre a ciò, l’Università popolare aperta organizza anche programmi specifici come il “Rovinj Spring Jazz”, il “Teorema musicale”, la Fiera natalizia del libro, la piccola fiera dell’antiquariato.
L’istituzione sarà il titolare dell’organizzazione di manifestazioni che nella nostra città hanno assunto carattere tradizionale, come ad esempio la Giornata della Città, l’Estate culturale, la celebrazione della Settimana dell’Infanzia, i programmi in occasione delle festività di Natale e Capodanno, ecc.

A 103709 – Attività: Giornate di Antun Šoljan = 52.000,00 kn
L’Università popolare aperta, in collaborazione con la Società croata degli scrittori e la Biblioteca civica, organizzerà il programma della XXII edizione delle Giornate di Antun Šoljan.
Accanto ai mezzi dal bilancio cittadino dell’importo di 35.000,00 kn, si pianifica di ottenere un sussidio dal Ministero della cultura e dalla Regione Istriana.

K 103703 – Progetto capitale: Attrezzamento dei vani = 60.000,00 kn
In base alle manifestate necessità dell’istituzione sono stati pianificati i mezzi per l’acquisto di bacheche che verranno collocate in vari punti della città, nonché per l’acquisto di attrezzature per l’illuminazione al fine di realizzare nel migliore dei modi i programmi all’aperto durante i mesi estivi.
Dall’importo complessivo di 60.000,00 kn, 40.000,00 kn vengono assicurate dal bilancio cittadino, mentre le rimanenti 20.000,00 kn provengono da introiti propri che servono per l’acquisto di attrezzature.

Fondamento di legge: Legge sull’autogoverno locale e territoriale (regionale), Legge sulle università popolari aperte, Legge sulle istituzioni
Obiettivo generale: finanziamento delle attività regolari, realizzazione dei programmi delle istituzioni culturali, adempimento delle esigenze culturali degli abitanti della città di Rovigno.
Obiettivo specifico: spronare l’originalità, la creatività, le innovazioni tramite programmi di contenuto culturale, nonché elevare gli standard dei servizi nelle istituzioni culturali.
Indicatore di efficienza: realizzazione dei programmi delle istituzioni nel periodo pianificato.

A 103710 Attività: Attività di proiezione cinematografica – 200.200,00 kn
La maggior parte dei mezzi viene utilizzata per il noleggio dei film (120.000,00 kn) mentre la parte restante dei mezzi viene utilizzata per le spese materiali e di gestione (corrente elettrica, carburante per le auto di servizio, materiale d’ufficio, spese postali per la spedizione dei film, materiale per le pulizie, ecc.)

A 103711 Attività: Attività didattica – 180.000,00 kn
Le entrate che si realizzano dall’attività didattica per la maggior parte vengono utilizzate per pagare i professori e i responsabili dei laboratori, come pure per l’acquisto di pubblicazioni specializzate, per la promozione e la stampa di materiale promozionale, per l’acquisto di materiale d’ufficio, di inventario minuto, ecc.

Fruitore del bilancio 42215: Biblioteca civica “Matija Vlačić Ilirik“ = 1.166.000,00 kn
La Biblioteca civica “Matija Vlačić Ilirik“ opera autonomamente dal 2006.
La Biblioteca civica svolge le seguenti attività: acquista i libri, assicura l’utilizzo e il prestito del fondo librario e delle informazioni, elabora, custodisce e protegge il fondo librario, attua le misure di tutela della biblioteca, organizza programmi letterari, e svolge anche altre attività conformemente alla Legge e allo Statuto.
La biblioteca civica dispone della sezione di letteratura amena, sezione per bambini, sezione di pubblicazioni specializzate, sezione di letteratura in lingua straniera, 2 sale di lettura, 24 posti per l’attività individuale, di cui 5 posti per il lavoro al computer.

A 103712 – Attività: Attività regolare dell’istituzione culturale = 978.000,00 kn
Con questi mezzi vengono assicurati gli stipendi e altre retribuzioni in base al rapporto di lavoro per cinque dipendenti (tre bibliotecari laureati, direttore e segretaria).
Questi mezzi servono per le uscite materiali.
Per una parte delle uscite materiali l’Istituzione utilizza entrate proprie dell’importo di 25.000,00 kn.

A 103713 – Attività: Programmi specifici dell’istituzione = 10.000,00 kn
L’Istituzione organizza, in collaborazione con l’Università popolare aperta, il programma letterario “Lo scrittore di passaggio”.

K 103704 – Progetto capitale: Acquisto di materiale librario = 173.000,00 kn
Durante l’anno l’istituzione acquista nuovo materiale librario, che viene finanziato dai mezzi del bilancio della Città di Rovigno (52.000,00 kn), ma anche dai mezzi assegnati dal Ministero della cultura, da mezzi propri dell’istituzione e da donazioni.

K 103705 – Progetto capitale: Attrezzamento dei vani = 5.000,00 kn
Con i mezzi pianificati verrà acquistata attrezzatura informatica in base alle manifestate necessità dell’istituzione.

Fondamento di legge: Legge sull’autogoverno locale e territoriale (regionale), Legge sulle biblioteche, Legge sulle istituzioni
Obiettivo generale: finanziamento delle attività regolari, realizzazione dei programmi delle istituzioni culturali, adempimento delle esigenze culturali degli abitanti della città di Rovigno.
Obiettivo specifico: elevare gli standard dei servizi nelle istituzioni culturali.
Indicatore di efficienza: realizzazione dei programmi (manifestazioni culturali) dell’istituzione nel periodo pianificato, numero di utenti e di visitatori.